La Scala dei Turchi emblema della Sicilia

La Scala dei Turchi diventa emblema della Regione Sicilia. L’immagine della meravigliosa scogliera di marna bianca agrigentina svetta su delle gigantografie all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma e non solo.  Si tratta di una campagna pubblicitaria promossa dall’assessore regionale al Turismo Cleo Li Calzi. Se in passato a rappresentare la Sicilia erano le foto dell’Etna, del Teatro di Taormina e della Valle dei Templi, adesso è la Scala dei Turchi a rappresentare un valore aggiunto per un’isola già ricca di paesaggi variegati e di monumenti dalla storia millenaria. Il poster che ritrae la parete rocciosa che si erge a picco sul mare lungo la costa agrigentina compresa tra Realmonte e Porto Empedocle, è destinato a catturare l’attenzione di milioni di passeggeri in transito non solo a Fiumicino ma anche in altri aeroporti internazionali europei e in luoghi dove si snodano enormi flussi di turisti, come fermate dei bus, stazioni e altre strutture connesse. Del resto la falesia costituita da uno sperone di marna bianca prominente sul mare, le cui falde degradanti a strato conferiscono quell’aspetto suggestivo, sono state capaci di catturare l’attenzione di chiunque, perfino i produttori della fortunata serie televisiva in onda su Raiuno “Il giovane Montalbano”, in cui luoghi vengono citati dallo scrittore Andrea Cammilleri. In una delle recenti puntate, il giovane commissario è rimasto stregato dalla “vera” Vigata, quella della Scala dei turchi. E se nella fiction, questi luoghi hanno convito Montalbano, nella realtà incoraggiano tanti giovani, che nella scogliera vedono sbocchi occupazionali per il turismo. Di recente nei pressi del monumento naturale sono sorte strutture turistiche e l’attenzione e la salvaguardia del sito è aumentata. L’Amministrazione comunale di Realmonte con in testa il neo eletto sindaco Lillo Zicari crede molto nel sito. “Vedere la Scala dei Turchi sui cartelloni di mezza Europa ci inorgoglisce e al tempo stesso ci ricorda quanto sia importante questo sito. Si tratta di un patrimonio dell’umanità che dobbiamo assolutamente tutelare e salvaguardare”. Dice il primo cittadino. La scogliera a due passi di Agrigento, è capace infatti, di attrarre oltre un milione di visitatori annui. Numeri in crescita che fanno ben sperare per il futuro. Soprattutto adesso che mostra il suo fascino anche di notte grazie all’illuminazione di un privato. In un ristorante vicino è stato posizionato un proiettore che mette in risalto la scogliera anche nelle ore serali. Un’iniziativa che presto sarà ripetuta anche dal Municipio di Realmone che vuole collocare un’illuminazione  permanente. Alla Scala dei Turchi c’è però da risolvere la questione legata alla proprietà. Ferdinando Sciabbarrà, un pensionato del luogo, ha dimostrato carte alla mano di essere proprietario del costone. Il “fortunato” proprietario ha perfino presentato richiesta di recintare l’area. E’ probabile che in futuro si dovrà pagare un biglietto d’ingresso. La richiesta, infatti,  avrebbe avuto parere favorevole già dall’Ente Forestale, ma si è fermata al Comune di Realmonte. Il Sindaco infatti, vuole che La Scala dei Turchi rimanga un patrimonio e con il proprietario è già cominciata una trattativa.  La Scala dei turchi del resto è segnalata su tutte le guide turistiche, diventando di recente l’elemento di maggiore interesse paesaggistico di tutta la costa. In estate come in inverno. Set cinematografico, fotografico, scenario di presepi viventi, ma anche la “parola chiave” più indicizzata su Google. Se prima i turisti che venivano ad Agrigento si limitavano a dormire una sola notte e dopo aver visitato i templi ripartivano, adesso inseriscono nel loro itinerario, quasi fosse tappa obbligata, una capitana alla Scala dei Turchi, dove in estate come in inverno si può assistere a tramonti mozzafiato e dove la tintarella per via dei riflessi del raggi sulla scogliera linda è più facile che in altre zone . (Giornale di Sicilia)

IMG_5052

he scale of the Turks an emblem of the Region of Sicily. The image of the beautiful cliffs of white marl Agrigento stands of the giant international airport Leonardo da Vinci in Rome and beyond. It is a campaign promoted by the Regional Tourism Cleo Li Shoe. If in the past to represent Sicily were photos of Etna, of Taormina theater and the Valley of the Temples, now it is the scale of the Turks to be an added value to an island already rich in varied landscapes and monuments from ancient history . The poster depicting the cliff that rises above the sea along the coast of Agrigento between Realmonte and Porto Empedocle, is intended to capture the attention of millions of transit passengers not only in Fiumicino but also in other European and international airports in places where wind huge flows of tourists, such as bus stops, stations and other related facilities. Besides the cliff formed by an outcrop of marl prominent white sea, whose slopes degrading to give that aspect fascinating layer, they have been able to capture the attention of anyone, even the producers of the hit television series aired on RAI " Young Montalbano "
 IMG_5066

 

 

Theme by HermesThemes

Copyright © 2018 Casa Vacanze Terra di Mare. All Rights Reserved